Main Page Sitemap

Sognare che mi tagliano i capelli e piangere




sognare che mi tagliano i capelli e piangere

Non hanno capito che il parassitismo è il loro nemico numero uno.
E' un po come volantino offerte gulliver albissola quando dopo un "parto anale" uno guarda in faccia "il risultato" e soddisfatto ma ancora spossato pensa: " 'rtacci tua quanto cazzo eri grosso!" Se stessimo giocando a nascondino: Tana per la sinistra dietro il movimento 5 stelle!
«Gliene diede una e il ragazzo se ne andò trionfante, con la sua immagine, seguito da tutta la banda.
Qualche tempo dopo, Caterina si reca dalle Suore, in via della Juverie, accompagnata dalla cugina.
LE apparizioni aprile - dicembre 1830) Il cuore del Signor Vincenzo (25 aprile - 2 mag-gio 1830) L'avvenimento nasce da questo desiderio: «Pregavo, infine, il Signor Vincenzo di inse-gnarmi che cosa dovevo chiedere, con viva fede.Le Figlie di Maria sorvegliano la casa perché niente venga rubato, e nascondono a poco a poco quello che sembra minacciato.Solo Grillo è puro.Ella scrive a Suor Dufès una lettera di otto pagine: questa missiva, purtroppo distrutta, ha lasciato il ricordo di una predizione che allora sembrava folle: tutta la comunità sarebbe stata a Reuilly per la chiusura del mese di Maria!Le portavano di tanto in tanto la santa comunione (.).Non crea cambiamento, non può perché progressista; cioè industrialista, consumista, e propone lavoro avvelenato e alle dipendenze di chi dice essere la controparte (i padroni!).«Ciò che vi è di più straordinario - scrive Suor Dufès sua Superiora - è che Suor Cate-rina, pur non avendo letto nessuna delle opere pubblicate, era più al corrente di tutti gli avve-nimenti, delle persone che avevano fatto quel pellegrinaggio».La gioia e la pace relativizzano pri-vazioni, preoccupazioni e drammi"diani.Sono per la libera impresa ed a favore del fatto che gli imprenditori che rischiano i loro soldi e ci mettono tanto del loro lavoro possano arricchire se hanno l'idea giusta.La suora d'ufficio della sa-crestia della Comunità, dove egli celebrava la Messa, si preoccupa di vedere che, per la prima volta, ritarda.Non la trovavo, infatti, abbastanza mistica.».



Un inno di riconoscenza, questo, nel duplice senso del termine: riconoscere e render grazie!
Ohh sì puoi fare eterna opposizione ma ti conviene?
Nonostante abbia un potere banale, mi piace molto come è stato disegnato.Come, sei tu, cittadina!Un giorno, la nipote Leonia Labouré, le domanda: - Zia, com'è che stai sempre nella stessa casa da più di 40 anni?Ho letto piu di qualche commento ed è roba da far cadere le braccia.E si, ficcatevelo bene in testa: la sinistra è sistema.La casa mantiene difficilmente l'equilibrio tra l'ospizio casalingo dove vivono gli anziani e il servizio del quartiere; tra il compito affidato alla comunità dalla famiglia d'Orléans e le urgenze create dalla miseria.IL Sindaco di Oliena assieme agli Onorevoli della Giunta e del Consiglio il 5 di giugno questi signori consentono una inconciliabile bizzarra idea di far sventolare nel Maestoso Supramonte una enorme bandiera Italiana la Nazione che considera la Sardegna una colonia e considera sudditi.


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap