Main Page Sitemap

Il taglio del bosco


La vegetazione ospita animali di terra e volatili delle nostre terre che vi trovano sicuro e confortevole riparo.
Il tratto ora in fase di "ringiovanimento" e "messa in sicurezza per ristabilire sufficiente sezione del fiume" affinché non vi sia il rischio di esondazione, è in realtà un tratto di fiume straordinario, di rara bellezza, con all'interno un tratto di tracciato ciclo-turistico sicuro frequentato.
Cassola muore a Montecarlo nel 1987.La scienza dimostra come la naturale vegetazione perifluviale contribuisce a garantire la salute delle acque, delle sponde, della fauna.Facciamo sentire il nostro no).La definizione trova conferma nelle opere successive, che proseguono il filone inaugurato dalla prima opera: I vecchi compagni (1953) e, la casa di via Valadier (1956) e il suo romanzo più celebre, La ragazza di Bube (1960 vincitore del, premio Strega e gran successo.Vogliamo che questo scempio termini e con esso tutti quelli palesemente contrari alla scienza, al buon senso, ed all'interesse pubblico.Le scuole vi hanno organizzato gite guidate e realizzato percorsi naturalistici, le famiglie vi camminano o lo percorrono in bicicletta, alcuni volontari e pensionali del paese di Castel Guelfo, in accordo con le istituzioni provinciali, se ne prendono cura investendoci tempo e passione.Non vogliamo dare ascolto alle voci che parlano di vendita di legno alle cartiere e tagli piccoli per la produzione di materiale di combustione per impianti di biomassa.



Questa fase della sua vita troverà espressione quasi autobiografica nel romanzo del 1952, fausto e Anna, scritto inizialmente nel 1949 e pubblicato tre anni più tardi nella prestigiosa collana dei "Gettoni" di Einaudi, per la cura.
Maggiori informazioni possono trovarsi qui: * Immagini, video e informazioni su questo disastro sulla pagina Facebook: m/salviamoilsillarobis * Sul Sillaro in generale: * Sui danni da taglio raso e da disboscamento perifluviale, il Rapporto enea (2001 * Sulla posizione del tratto disboscato in Dicembre 2012.
Resistenza partigiana (esperienza il cui ricordo rimarrà impresso indelebilmente nella sua memoria ma ambienterà anche quasi tutte le sue opere, trasformando questo mondo ristretto in un vero e proprio topos letterario personale.Che non si è mai più ripreso.Vogliamo che si fermi la distruzione di questo bosco, con la sua fauna, flora, il suo uso, la sua comunità, il benessere che genera, la partecipazione e la passione delle persone che se ne sono occupate e di quelle che in questi anni lo hanno.Un fiume già sottoposto a significativi disboscamenti in passato e significativamente danneggiato allora.Questo tratto di fiume non è stato disboscato neppure dopo la seconda guerra mondiale, quando il bisogno di legna era impellente, e vi si trovano, nel tratto ancora presente, piante di magnifica fattura ed età significativa.Anche in questi scritti prevale infatti lo stile semplice e il minimalismo espressivo dellautore.La produzione successiva sviluppa questa sconto energia elettrica ex dipendenti enel svolta intimista, costellata dalla comparsa di figure femminili riuscite ed espressive, come in Un cuore arido (1961) e Paura e tristezza (1970) Lultima fase di Cassola è quella caratterizzata dalla svolta ambientalista, causa che lo porterà a scegliere alcuni animali come protagonisti.Carlo Cassola nasce a, roma il Di madre toscana, Cassola è tuttavia legata sin dall'infanzia alla campagna compresa tra Cecina, Grosseto e Volterra: in queste terre lo scrittore non solo parteciperà alla.Già in questi racconti si può riscontrare quella secchezza espressiva che diverrà un elemento distintivo della letteratura di Cassola, insieme ai continui riferimenti paesaggistici alla Maremma, che ospitano il susseguirsi di scene"diane di esistenze ordinarie, colte dal'occhio del narratore nei loro momenti di pausa.



La Regione Emilia Romagna ha conferito incarico per l'abbattimento di un tratto significativo di Bosco del Sillaro sul confine fra Dozza Imolese, Castel San Pietro Terme e Imola, in prossimità del territorio del comune di Castel Guelfo di Bologna.


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap